di Redazione

La carrozza di tutti” è un libro di Edmondo De Amicis che nasce dalla sua frequentazione, nell’anno 1896, dei tram a cavalli delle quattordici linee che al tempo percorrevano la nostra città.

Passeggero attento e curioso, De Amicis annota gli episodi che avvengono nel mezzo di trasporto, frequentato da personaggi di ogni genere e di ogni condizione sociale (la carrozza di tutti, appunto): nasce così il libro, pubblicato nel 1899 che propone un affresco della vita quotidiana cittadina e un vivido ritratto dei torinesi di fine Ottocento.

Il volume rappresenta un reportage appassionante e curato della Torino d’allora che trasporta idealmente il lettore per le vie di una città ancora alla ricerca di un’identità, fra gli antichi fasti di capitale del Regno e la crescente vocazione industriale, fra conflitti sociali e tensioni politiche.

“La carrozza di tutti” è strutturato in dodici capitoli dedicati ai mesi dell’anno, a loro volta suddivisi in singoli episodi (I cappellini delle signore, Inconvenienti dei tranvai, La festa dello Statuto, I primi calori, La signora e l’erbivendola…), i cui protagonisti propongono gli svariati quadretti di vita cittadina. Nasce così un magistrale e raffinato affresco del capoluogo subalpino, colto dall’originale prospettiva della piattaforma del tram a cavalli, palcoscenico sul quale frammenti della vita quotidiana di cittadini qualunque, attori inconsapevoli, si intrecciano e si confondono in un caleidoscopio di personaggi, luoghi, avvenimenti, storie, gesti, pensieri e sentimenti.

Editrice Il Punto – Piemonte in Bancarella ripropone questo classico volume in una edizione a cura di Stefano A. Cerrato e Antonella Grosso, qualificati esponenti dell’Associazione Torinese Tram Storici.

Nella loro Prefazione, dal titolo “Edmondo De Amicis, Torino, i tram: un legame tra passato e futuro”, illustrano  come il progetto di ripubblicazione de “La carrozza di tutti” sia stato avviato nel 2011 con il patrocinio del Comitato Italia 150 e del Comitato nazionale per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, in stretto collegamento con la realizzazione e l’avvio della «linea tranviaria storica» in servizio nella città di Torino dal 27 marzo 2011, un progetto primo e unico nel suo genere nel nostro Paese, promosso dall’Associazione Torinese Tram Storici, che introduce a Torino il modello di «museo in movimento» già sperimentato a Oporto, Rotterdam, Stoccolma, New Orleans.

Importante la loro precisazione metodologica: «Al fine di contestualizzare il lavoro del De Amicis nel quadro della Torino di fine Ottocento, abbiamo arricchito il volume con alcuni saggi di qualificati esperti, con l’inserto di un ricco apparato fotografico d’epoca (oltre cinquanta foto ed immagini di fine secolo tratte dagli archivi storici), con l’aggiunta di ampie note a piè di pagina ed approfondimenti».

Oltre alla brillante Presentazione dello scrittore torinese Giuseppe Culicchia, “La carrozza di tutti” è arricchito da due corposi saggi.

Ritratto di Edmondo De Amicis

Il primo, “Torino ai tempi del tram. La città vista da una «lanterna magica»”, è opera di Valentina Bezzi, studiosa di italianistica. Il secondo, “Il tramway al tempo di De Amicis: rete e linee nella Torino di fine Ottocento”, scritto da Antonio Accattatis, esperto del trasporto pubblico torinese, costituisce una trattazione veramente esaustiva del tema.

All’opera preziosa degli specialisti si unisce il ricco e documentato apparato iconografico con numerose foto d’epoca che offrono una suggestiva immagine visiva di quanto scritto nel testo. E ancora gli approfondimenti, che illustrano i riferimenti alla grande Storia presenti nel testo.

Come si è detto, il libro è ambientato nell’anno 1896 e nei mezzi pubblici si parla della “guerra d’Abissinia”, combattuta tra il dicembre del 1895 e l’ottobre del 1896 con l’Impero d’Etiopia, e di altri episodi di politica internazionale e nazionale, come ad esempio la festa del 1° maggio, istituita in Italia soltanto dal 1890.  Strategici box opportunamente inseriti nel testo analizzano e chiariscono questi richiami storici, in modo da permettere al lettore di chiarirsi le idee senza perdere il filo della lettura.    

Un’opera preziosa, quindi, che offre ai cultori di storia torinese un prezioso strumento di conoscenza e approfondimento attraverso molteplici chiavi di lettura del classico testo di De Amicis.

Edmondo Maria Alberto De Amicis (Oneglia, 21 ottobre 1846 – Bordighera, 11 marzo 1908), torinese di adozione, è fra gli scrittori che più ha influenzato le generazioni dei giovani a cavallo fra la fine dell’Ottocento e il primo conflitto mondiale, mantenendo anche nei decenni successivi ed oggi ancora un posto di primo piano nella letteratura italiana. Autore di numerosi lavori, oltre al più noto di tutti, Cuore (1886), viene ricordato per Racconti militari. Libro di lettura ad uso delle scuole dell’esercito (1869), Alle porte d’Italia (1884), Amore e ginnastica (1892), Gli azzurri e i rossi (1897), Le tre capitali. Torino, Firenze, Roma (1898), L’idioma gentile (1905).

Stefano A. Cerrato (Torino, 12 luglio 1977) è avvocato e professore ordinario di diritto commerciale nell’Università di Torino. Appassionato di storia e cultore delle tradizioni piemontesi, opera da quindici anni nell’Associazione Torinese Tram Storici. È cavaliere della Repubblica per meriti scientifici, cavaliere mauriziano e ufficiale di complemento dell’esercito.

Antonella Grosso (Torino, 9 novembre 1983) dopo la laurea in materie scientifiche si è dedicata all’attività editoriale come redattrice giuridica ed è oggi parte dello staff esecutivo di uno dei più antichi e prestigiosi studi notarili di Torino; è socia dell’Associazione Torinese Tram Storici e collabora con passione e curiosità ai progetti di recupero, restauro e valorizzazione del patrimonio storico e culturale del trasporto pubblico cittadino.

Edmondo De Amicis
La carrozza di tutti
A spasso in tram per la Torino di fine ’800 a cura di Stefano A. Cerrato e Antonella Grosso
Editrice Il Punto – Piemonte in Bancarella – Torino – 2021
Ricco di illustrazioni – pag. 480 – € 22,00 – ISBN 9788868040703